Il bicchiere per il vino? Ecco come sceglierlo!

Dopo aver passato tutta la giornata a preparare la "cena perfetta", aver abbinato le varie pietanze, passato circa mezz'ora in enoteca per scegliere il vino  giusto (e a volte più di uno) vi sentite soddisfatti per il lavoro svolto, date una occhiata alla tavola perfettamente preparata e… "ma quale bicchiere uso per il vino?"

 

Intanto, qualsiasi bicchiere si scelga, l'ideale è che sia di vetro sottilissimo o cristallino, ben pulito e mai lavato con detersivo (il detersivo lascia sempre odori estranei seppur ben risciacquato); nel caso invece vogliate usarlo, consigliamo di "avvinare" il bicchiere prima dell'uso, facendo bagnare dal vino tutta la superficie interna del bicchiere, svuotarlo e poi riempirlo per la degustazione.

 

MA PERCHE' ESISTONO TANTI TIPI DI BICCHIERE PER IL VINO?

 

Ogni vino ha una propria personalità, un gusto e delle caratteristiche che variano secondo la struttura, la quantità e qualità di tannini, la maturazione del vino, la tipologia di prodotto e da altre varianti.

 

 

Per questo motivo, la gamma di bicchieri per la degustazione del vino è veramente ampia, in modo tale da farne esaltare al meglio le caratteristiche organolettiche.

 

 

 I vini giovani, mediamente profumati, che devono essere bevuti freschi (ad esempio vini bianchi e rosati) necessitano di un bicchiere che verso la sommità si restringe, al fine di incanalare i profumi tutti verso il nostro naso, tipo il classico bicchiere "a tulipano".

 

 

Se vogliamo servire un vino spumante, con tante bollicine,

è necessario il classico "Flute", abbastanza alto da permettere alla schiuma di non fuoriuscire,

di esaltare il "perlage" e di incanalare i profumi verso la sommità del bicchiere.

 

 

Nel caso, invece, di un vino rosso mediamente maturo (3-4 anni),

necessitiamo di un bicchiere che sia mediamente panciuto e con la bocca ampia, il classico "Balloon",

in modo da consentire un'adeguata ossigenazione del vino. L'apertura è, inoltre, alta e dritta in modo da dirigere il vino verso la parte centrale e posteriore della bocca e gustare appieno la complessità degli aromi.

 

Il concetto di abbinamento vino-bicchiere è, dunque, relativamente semplice, si può applicare a tutti i tipi di vino e basta avere una idea di massima delle caratteristiche del prodotto.

 

 Buona degustazione a tutti!

Scrivi commento

Commenti: 0