Azienda Vinicola Linardi: la passione e la ricerca

La produzione del vino Cirò


Azienda Linardi - La Storia
Coltivazione della vite

La produzione del vino Cirò in bottiglia risale al 1800, quando per la prima volta venne prodotta una piccola quantità di bottiglie di vino destinata alle famiglie nobili della zona, proprietarie dei maggiori vigneti.

 

Nello stesso periodo diversi scrittori di passaggio in Calabria ne celebrarono la bellezza e soprattutto l'eccellente qualità del vino, tra questi Norman Douglas, il quale nel 1915 consegnò alla stampa inglese un volume dal titolo Old Calabria, testo che è stato giudicato uno dei migliori libri di viaggio su questa regione.

 

Nel territorio del cirotano la storia della viticoltura si intreccia da sempre con il vissuto personale degli abitanti; per secoli le popolazioni della zona hanno coltivato i vigneti ad uso proprio destinando solo una piccola parte ai compratori e anche oggi la situazione non è molto diversa.

Nascita della Casa Vinicola Linardi

Il primo Vino Cirò Linardi Rosso 1964
Prima bottiglia Linardi

Roberto Linardi - Enologo

"Mio padre Francesco è nato a Bocchigliero, una località rurale alle pendici della Sila. Ogni famiglia del paese era proprietaria di un vigneto ad alberello che produceva uva GaglioppoTrebbianoGreco Bianco e Pedilungo. Ognuno di loro era convinto di produrre il miglior vino del paese!

 

Nel 1960 decise di aprire una piccola cantina a Cirò Marina e da allora, ogni anno, seleziona e compra l'uva di miglior qualità dai tanti piccoli proprietari di vigneti della zona Cirò.

 

Tra Cirò e Milano, creò un buon mercato per i suoi vini e quando nel 1962 al Cirò venne riconosciuta la Doc, cominciò ad affiancare al classico vino di sua produzione anche la Riserva Doc.

 

Francesco e Roberto Linardi
Francesco Linardi e suo figlio Roberto

Nel 1972, dopo aver stabilito un fiorente mercato in nord Italia, decise di fondare a Crucoli, a pochi passi da Cirò Marina, la Linardi Casa Vinicola, una cantina costruita con criteri moderni e adatta alla produzione e distribuzione dei suoi Cirò Doc.

 

Io sono cresciuto in contatto quotidiano con la cantina ed è stata per me naturale la scelta di affiancare mio padre nella sua attività e di proseguire il suo lavoro di ricerca sui nostri vini.

 

Durante il mio periodo di studi, presso la Scuola Enologica di Conegliano Veneto, ho iniziato ad interessarmi alla sperimentazione di nuovi vini prodotti con le uve autoctone di Cirò, interesse che oggi è divenuto una parte importante della mia attività.

 

Il mio lungo periodo di studi e di sperimentazione ha dato alla luce il prodotto di eccellenza e il motivo d'orgoglio della Linardi Casa Vinicola: il Galiò, un particolare vino bianco creato per la prima volta nel 1992, frutto di una attenta vinificazione in bianco di uva Gaglioppo, la prima e unica vinificazione di questo tipo effettuata in Calabria.

 

Le sfide non sono terminate e lavorare con queste particolari e rare varietà di uva è per me un grande privilegio e sono convinto che col tempo i nostri Cirò saranno sempre più riconosciuti e apprezzati per quello che sono realmente, senza il bisogno di compromettere ciò che li rende unici".